We use cookies to improve your online experience. For information on the cookies we use and for details on how we process your personal information, please see our cookie policy . By continuing to use our website you consent to us using cookies.
KUMAMOTO
  • TOKYO
  • KUMAMOTO

WILDNESS & STILLNESS

Dopo una visita al giardino giapponese tradizionale del Rikugi-en, un'autentica oasi naturale in cui spiccano lo stagno centrale e alcune collinette artificiali, in un lampo si può volare a Kyushu, la terza in ordine di grandezza tra le quattro maggiori isole dell'arcipelago giapponese, per vedere il famoso cratere del vulcano di Aso, un'ambientazione straordinaria e dalle mille sfaccettature per testimoniare con i propri occhi la grandiosità e la forza suprema della natura.

Official Tokyo Travel Guide
https://www.gotokyo.org/it/

Local government official website
https://kumamoto.guide/en/

A BREVE SU QUESTO SITO

Proprio in questo momento due persone stanno percorrendo questo stesso itinerario!
Potrai leggere a breve il loro resoconto di viaggio.

Aeroporto di Parigi Charles de Gaulle

JAL Come arrivare dal tuo paese

Aeroporto internazionale di Tokyo

Area metropolitana di Tokyo

Primo giorno

TOKYO

Giardini di Rikugienmore

DESTINAZIONI RACCOMANDATE

Giardini di Rikugien

Furono creati da Yanagisawa Yoshiyasu su una proprietà concessagli nel 1695 da Tokugawa Tsunayoshi, il quinto shogun del cosiddetto periodo Edo Bakufu durato dal 1603 al 1867. La loro realizzazione e quella dei sentieri attorno alla collinetta artificiale e allo stagno durarono sette anni. Poiché il terreno faceva parte della regione di Musashino, per riempire lo stagno fu necessario fare affluire l'acqua dal fiume Senkawa.

Treno (JR)
20 minuti

Museo Hokusai Sumidamore

Museo Hokusai Sumida

Katsushika Hokusai, celebrato artista di fama internazionale, nacque proprio nei pressi della Hokusai Dori, grande via in quella che è oggi la circoscrizione di Sumida della capitale e nella quale spese quasi tutti i suoi novanta anni di vita lasciando al mondo numerosissimi lavori eccellenti.
Oltre a presentare le opere dell'artista, per mezzo di diverse iniziative tematiche che trasmettono il suo rapporto con il territorio il museo organizza esposizioni e attua progetti didattici per tutti.

Treno
23 minuti

Tokyo City View more

Tokyo City View

Nel cuore della città, Tokyo City View ha una sala panoramica a 250 metri di altezza e un punto di osservazione all'aperto, lo Sky Deck, a ben 270 metri, per offrire sole e brezza ad alta quota". Da lì si ha una vista mozzafiato su tutta la città e i suoi luoghi più famosi, dalla Tokyo Tower alla TOKYO SKYTREE e, condizioni meteorologiche permettendo, si può vedere anche il monte Fuji."

Area metropolitana di Tokyo

Secondo giorno

KYUSHU(KUMAMOTO)

Aeroporto internazionale di Tokyo

JAL (JAL Japan Explorer Pass) Dettagli

Aeroporto di Aso Kumamotomore

Aeroporto di Aso Kumamoto

È situato venti chilometri a est della città di Kumamoto sull'altopiano di Takayubaru, nella parte occidentale del margine esterno del monte Aso, e interessa ben quattro comuni: Mashiki (circoscrizione di Kamimashiki), Kikuyo (circoscrizione di Kikuchi), Ozu (circoscrizione di Kikuchi) e Nishihara (circoscrizione di Aso). È circondato da poche abitazioni private ma da molte fattorie, campi di golf e boschi naturali. Con il fumante vulcano del monte Aso a est e, a ovest, più lontano, il monte Unzen, si colloca in un magnifico paesaggio naturale.

Autobus
80 minuti

Elicottero
7 minuti

Visita al vulcano Asomore

Visita al vulcano Aso

È una magnifica caldera che si estende per ben ventiquattro chilometri in direzione nord-sud e diciotto in direzione est-ovest, con un pendio roccioso scosceso di circa quattro chilometri. Dalla sua parte centrale s'innalzano gli "Aso Gogaku" — i cinque picchi del monte Aso (Nekodake, Takadake, Nakadake, Eboshi e Kishima), dei quali è ancora attivo il monte Nakadake, condizione testimoniata dalla continua emissione di fumi e vapori. È anche la caldera più grande al mondo: seicento metri di diametro, centotrenta di profondità e quattro chilometri di circonferenza, una meraviglia "vivente" che non manca mai di entusiasmare sia il semplice turista sia l'esperto di geologia. L'accesso è interdetto nei periodi di particolare attività vulcanica.

Autobus
15 minuti

Navetta dell’hotel (è necesario prenotare)
30 minuti

HOTEL GREENPIA MINAMIASO

Terzo giorno

HOTEL GREENPIA MINAMIASO

Taxi
35 minuti

Autobus
75 minuti

Escursioni in biciclettamore

Escursioni in bicicletta

Il parco nazionale di Aso Kuju è meglio esplorabile con una mountain bike.

Kurokawa Onsenmore

Kurokawa Onsen

La parte più caratteristica oltre che magica della stazione termale Kurokawa Onsen sono gli edifici dei molti ed eleganti ryokan (la tipica locanda tradizionale) lungo il fiume Chikugo, nonché i loro bagni termali all'aperto realizzati con accorgimenti particolarmente ingegnosi. Lo speciale abbonamento "Onsen-hopping Pass" offre la possibilità di provare diversi bagni all'aperto.

Quarto giorno

Kurokawa Onsen

Autobus
160 minuti

10 minuti a piedi

Castello di Kumamotomore

Castello di Kumamoto

Costruito nel 1601 e terminato dopo sette anni, è uno dei tre principali castelli del Giappone. È altresì noto come Ginnanjo, o castello di Ginkgo. È una costruzione veramente grandiosa di circa 980 mila m2 e nel comprensorio di ben 5.3 chilometri di circonferenza (secondo la costruzione iniziale) si ergono tre torri, quarantanove torrette, diciotto varchi di accesso a dette torrette e 29 varchi al castello vero e proprio. Con le mura di pietra di Ishigaki anche la struttura è unica nel suo genere, mentre la bella e sinuosa forma architettonica riflette l'andamento naturale del terreno sui cui si erge. Secondo Katsu Kaishu, ingegnere navale e statista giapponese, «non vi è castello più bello di questo» per altezza e solennità.
Durante la rivolta di Satsuma avvenuta nel 1877 per opera di ex samurai locali per protestare contro la modernizzazione del paese avviata dal governo Meiji, il castello resistette per cinquanta giorni all'attacco dell'esercito regolare comandato da Saigo Takamori, ma un improvviso incendio scoppiato proprio prima dell'attacco finale lo distrusse quasi completamente, lasciando solo dodici torri compresa quella di Uto. L'attuale torre è stata ricostruita nel 1960 dalla città di Kumamoto per commemorare i trecento cinquanta anni di Kato Kiyomasa, il daimyo di allora, e il settantesimo della nuova municipalità. A parte il ruolo che ebbe nella storia giapponese, il castello è molto famoso in tutto il paese per i seicento splendidi ciliegi tipo Yamazakura, Higo e Yoshino che ogni anno in primavera (dalla fine di marzo agli inizi di aprile) richiamano ben centomila persone. Il parco è aperto anche di notte e il castello è illuminato. L'Honmaru Goten, il palazzo interno il cui restauro è stato completato nel 2008, contribuisce notevolmente al fascino di questo nostalgico luogo.

10 minuti a piedi

Autobus dell’aeroporto
60 minuti

Aeroporto di Aso Kumamoto

JAL (JAL Japan Explorer Pass) Dettagli

Aeroporto internazionale di Tokyo

Altri itinerari raccomandati nella stessa area

Condividi questa pagina!

Mezzi di trasporto raccomandati

Itinerari panoramici raccomandati

Altri itinerari seducenti

Back to Top

COPYRIGHT © KYUSHU & TOKYO ALL RIGHTS RESERVED.