We use cookies to improve your online experience. For information on the cookies we use and for details on how we process your personal information, please see our cookie policy . By continuing to use our website you consent to us using cookies.
MIYAZAKI
  • TOKYO
  • MIYAZAKI

WATER TAXI CRUISE

Dopo aver goduto di una vista eccezionale della baia di Tokyo che comprende il Rainbow Bridge e il decollo e l’atterraggio dei jet all’aeroporto di Haneda, andate a fare una gita al miracoloso santuario Aoshima situato sull’isola di Aoshima, circondato dal mare. Un’ottima gita per avvicinarsi e avere la sensazione dell’oceano giapponese.

Official Tokyo Travel Guide
https://www.gotokyo.org/it/

Local government official website
http://www.kanko-miyazaki.jp/foreign.html

I viaggiatori

  • Traveled : December, 2017 Jasmine T. Blossom

    Risiede a Germania
  • Traveled : December, 2017 Tessa Karina
    giornalista presso un sito di viaggi
    Risiede a Tokyo
    Paese d'origine: Germania

Aeroporto di Francoforte sul Meno

JAL408 Come arrivare dal tuo paese

  • Jasmine T. Blossom

    Non avevo mai usato JAL sui voli internazionali, ma la prima cosa che devo dire è che la qualità dei pasti di bordo non è lontana da quella di un buon ristorante. Poi i comodi sedili della classe economica che lasciano spazio a sufficienza per le gambe e il sistema d'intrattenimento con grande schermo ricco di film e serie televisive.

Aeroporto internazionale di Narita

Treno Narita Express

Area metropolitana di Tokyo

Primo giorno

TOKYO

Mercato esterno di Tsukijimore

Mercato esterno di Tsukiji

Situato accanto al mercato del pesce di Tsukiji, il più grande al mondo, qui si trovano numerosi negozi, soprattutto di vendita all'ingrosso, che vantano una storia che risale al periodo Taisho (1912–26), intorno agli anni Venti. Con più di 400 bancarelle, è il luogo ideale per rifornirsi di cibi freschi e di attrezzi per la cucina.Essendo costituito da negozi privati, a differenza del mercato di Tsukiji, quello esterno non verrà trasferito.

  • Jasmine T. Blossom

    Nonostante sia stata già molte volte a Tokyo non ho mai avuto l'occasione di visitare il mercato esterno di Tsukiji. Di mercati analoghi ne ho visti parecchi, ma ero anch'io molto curiosa di vedere questo in particolare data la sua grande popolarità internazionale. Infatti, è veramente enorme e l'immensa quantità di pesce fresco, prodotti ortofrutticoli e persino articoli per la tavola è veramente impressionante. È anche un ottimo posto per provare un'incredibile quantità di spuntini diversi, e sarebbe davvero un peccato andarvici senza provarne almeno uno, parola mia.

  • Tessa Karina

    Con la metro siamo partiti per la nostra prima destinazione: il mercato esterno di Tsukiji che si dice che sia uno dei più grandi al mondo per prodotti ittici e ortofrutticoli. Comprensibilmente è sempre affollato come un formicaio e anche noi ci siamo lasciati assorbire in modo naturale dall'atmosfera realmente unica del luogo. Le varietà di prodotti che vi transitano ogni giorno è incredibile, compresa la gamma pressoché infinita di dolci e tè.

Circa 15 minuti

Giardini di Hama-rikyumore

Giardini di Hama-rikyu

Un tempo appartenenti alla famiglia dello shogun Tokugawa e nel periodo di Edo funzionanti come braccio del Castello di Edo, in questi deliziosi giardini vi è un laghetto alimentato dalla marea della baia di Tokyo e una riserva di anatre selvagge. Il loro aspetto attuale è rimasto immutato dal regno di Ienari, l'undicesimo shogun. Dalla cosiddetta Restaurazione Meiji", quando divenne il palazzo imperiale secondario, sono chiamati Hama-rikyu. "

  • Jasmine T. Blossom

    Al giardini di Hama-rikyu c'ero già stata in un viaggio precedente, ma ciò che continua a piacermi è la fusione di tradizione e modernità che vi si respira. Infatti, lo stupendo giardino con sala da tè per abbinare tè verde e dolci nati da ricette antiche crea un contrasto interessante con i grattacieli dell'area commerciale e residenziale di Shinbashi sullo sfondo.

    Hibiki è un ristorante situato in uno dei piani più alti di un grattacielo vicino ai giardini Hama-Rikyu, e oltre a offrire una vista eccellente dei dintorni e dei giardini stessi dalle grandi finestre che contribuiscono all'atmosfera moderna del locale serve un'ampia scelta di piatti. Essendo vicino anche al mercato del pesce di Tsukiji è raccomandabile provare lo sashimi.

  • Tessa Karina

    La seconda destinazione a Tokyo sono stati i giardini di Hama-rikyu. Appena entrati, l'occhio si posa immediatamente sul grande stagno alimentato dalle acque della baia e quindi sulla piccola e graziosa sala da tè. Mentre si assapora estasiati il tè verde (matcha) con alcuni dolcetti e si ascolta il racconto della storia del luogo che il personale è sempre pronto a ripetere, viene naturale lasciarsi andare con l'immaginazione pensando a come doveva essere la vita quotidiana della potente famiglia che un tempo qui viveva, e questo nonostante si sia praticamente circondati da moderni grattacieli.

    A pochi passi dai giardini di Hama-rikyu c'è Hibiki, ristorante situato al quarantaseiesimo piano del Caretta Shiodome, un fantastico centro per lo shopping e la vita serale all'insegna della buona cucina. Da provare qui è lo sashimi, il pesce crudo, il cui vanto è di essere freschissimo. Da lassù naturalmente si godono viste eccellenti di Tokyo e della sua baia, e oltre alla cucina d'alta qualità si apprezza a fondo l'ambiente e la professionalità del personale.

Linea metro Toei Oedo → Linea metro Tokyo Metro Yurakucho → Stazione Shiodome della la linea ferroviaria JR Keiyo → Stazione di Tsukishima → Stazione di Shinkiba → Stazione di Kasairinkaikoen
Circa 40 minuti / 440 yen

Dalla stazione di Kasairinkaikoen (per il molo di Kasairinkaikoen di partenza dei battelli)
Circa 8 minuti

Turismo in battello (linea Kasai-Odaiba)more

DESTINAZIONI RACCOMANDATE

Turismo in battello (linea Kasai-Odaiba)

È un collegamento acquatico diretto tra il Parco di Kasai Rinkai e Odaiba, grande isola artificiale nella baia di Tokyo che ne è divenuta uno dei simboli della modernità e dello svago. Durante il tragitto non si può non rimanere affascinati dall'imponente aspetto urbano del porto della capitale, in particolare del parco stesso, del Tokyo Gate Bridge, dell'aeroporto internazionale di Haneda e, guardando in su, dello slanciato Rainbow Bridge.

  • Jasmine T. Blossom

    A Tokyo il battello è un'ottima alternativa ai consueti mezzi di trasporto, e soprattutto rispetto al treno è ideale e più entusiasmante perché seppur da breve distanza permette di abbracciare con la vista la sagoma irregolare e ininterrotta della città. Durante questa mini-crociera sull'acqua si può stare seduti all'interno (il panorama è comunque garantito dalle enormi vetrate) oppure uscire in coperta per scattare foto sicuramente memorabili.

    Ogni volta che vado a Odaiba, la grande isola artificiale creata nella baia di Tokyo, mi sento ristorata. Decisamente mi piace questo posto che a volte dà l'impressione di trovarsi in tutt'altro paese. Non solo offre viste eccellenti sui grattacieli della città e sul mare, ma di notte è il luogo migliore per ammirare la Tokyo Tower e il Rainbow Bridge illuminati. I molti negozi lo rendono eccellente anche per lo shopping ed è inoltre meta ambita per gli appassionati di Gundam — il robot più iconico del Giappone — per vederne la gigantesca riproduzione.

  • Tessa Karina

    Una parte di turismo panoramico a Tokyo l'abbiamo fatta sul battello. Per fortuna quel giorno non c'erano onde a causa del vento, il che ci ha permesso di godere appieno tutto il tempo osservando la città scorrere davanti a noi come in un film sino al Rainbow Bridge, attraverso il quale filtrava il sole ormai quasi al tramonto.

    L'ultima tappa della mini crociera è stata Odaiba, sull'immensa isola artificiale creata nella baia di Tokyo. È una specie di città nella città praticamente tutta dedicata al divertimento e al tempo libero. È stato là che abbiamo capito perché il ponte si chiama Rainbow. Infatti, a seconda di come vi batte il sole brilla di una miriade di colori. Dopo una gradevole passeggiata nel lato più commerciale di Odaiba improvvisamente ci siamo trovati di fronte alla gigantesca riproduzione di Gundam, probabilmente il più famoso robot giapponese che continua a stimolare la fantasia di milioni e milioni di giapponesi. È davvero impressionante vederlo così da vicino, e ancor più quando s'illumina dei colori del suo tempo ed emana la musica caratteristica del film d'animazione che lo ha portato alla ribalta della popolarità.

Linea ferroviaria Rinkai
Stazione di Tokyo Teleport → Stazione di Kokusai-tenjijo
Circa 15 minuti / 210 yen

Tokyo Bay Ariake Washington Hotel

Secondo giorno

KYUSHU(MIYAZAKI)

Aeroporto internazionale di Tokyo

JAL (Japan Explorer Pass) Dettagli

  • Jasmine T. Blossom

    Il volo JAL da Tokyo (aeroporto di Haneda) a Kyushu è volato" in un batter d'occhio grazie a piccoli ma gradevoli dettagli: un drink gratuito, un caffè (talmente buono che ne ho chiesto un altro) e il servizio Wi-Fi anch'esso gratuito. Poi, quando ho chiesto di cambiare posto per fotografare il Monte Fuji quando gli saremmo passati vicino, il personale è stato molto comprensivo."

  • Tessa Karina

    Il check-in per il nostro volo JAL nazionale è stato oltremodo rapido e il personale si è sempre comportato in modo molto affabile e professionale. Ma prima del volo abbiamo acquistato un bentō , il tradizionale pasto confezionato. La partenza è stata puntuale e il volo molto confortevole anche grazie al bis di bevande gratuite in accompagnamento al bentō acquistato poco prima. Eccellente anche lo spettacolo dal vivo: le Alpi giapponesi sulla destra e sulla sinistra la magnifica costa oceanica.

Aeroporto di Aso Kumamotomore

Aeroporto di Aso Kumamoto

È situato venti chilometri a est della città di Kumamoto sull'altopiano di Takayubaru, nella parte occidentale del margine esterno del monte Aso, e interessa ben quattro comuni: Mashiki (circoscrizione di Kamimashiki), Kikuyo (circoscrizione di Kikuchi), Ozu (circoscrizione di Kikuchi) e Nishihara (circoscrizione di Aso). È circondato da poche abitazioni private ma da molte fattorie, campi di golf e boschi naturali. Con il fumante vulcano del monte Aso a est e, a ovest, più lontano, il monte Unzen, si colloca in un magnifico paesaggio naturale.

Autobus autostradale Takachiho
Scendere alla fermata Takachiho
(Solo andata: 2.160 yen / circa 2 ore)

  • Jasmine T. Blossom

    Takachihoya è un nuovissimo ristorante (inaugurato solo nel 2017) situato molto convenientemente tra il terminale degli autobus di Takachiho e il tempio scintoista della cittadina, per cui è facile passarvici davanti. È evidente che l'arredamento interno è il risultato di grandi sforzi e soprattutto passione, una creatività che d'altra parte si ritrova anche nel modo di presentare i piatti. Nonostante questo un pasto fisso, tra l'altro d'alta qualità, costa solo 1.000 yen!

  • Tessa Karina

    TAKACHIHOYA è un ristorante molto recente (ha aperto solo lo scorso anno). L'arredamento è contemporaneo e la cucina tutta a base di prodotti locali come spinaci, frutta e pesce è decisamente di primo livello. Anche l'atmosfera è molto invitante, il che ha contribuito al piacere complessivo di questo intermezzo prima di lanciarci alla scoperta di Miyagi. Su richiesta è possibile inoltre raddoppiare la quantità di riso, ma non ce n'è stato bisogno.
    Oltre alla cucina io mi sono innamorata perdutamente delle sedie di legno con paglia per tatami.

Gola di Takachihomore

Gola di Takachiho

Formatasi in tempi remoti dall'erosione dei flussi piroclastici del Monte Aso, questa gola fa parte di un parco nazionale. Le cascate di Manai sono uno dei suoi simboli e la lussureggiante vegetazione che in autunno si tinge di svariate tonalità di rosso contribuisce a creare un paesaggio naturale di somma bellezza. Molto popolare qui è il servizio di noleggio barche (2.500 yen per 30 minuti).

  • Jasmine T. Blossom

    Questa è la mia seconda visita a Takachiho, e anche questa volta ne ho visto la famosa gola di fronte alla quale si riesce ad apprezzare appieno le straordinarie abilità della natura — le sue sorprendenti formazioni rocciose sono il risultato di un'antica eruzione vulcanica — ma anche a temerla.

    Nei pressi del tempio scintoista di Amanoiwato c'è l'ingresso alla grotta Amano Yasugawara che secondo la tradizione religiosa è il luogo in cui nell'antichità si riunivano molte divinità per discutere su come riuscire a fare uscire Amaterasu, la dea del sole da cui discendono tutte le cose", insomma una sorta di Pantheon della religione indigena giapponese. Posti così mi piacciono un sacco!"

    La carne bovina di Miyazaki ha vinto molti premi nell'ambito wagyu, termine riferito a varie tipologie bovine giapponesi caratterizzate da una carne ricca di grassi insaturi, e una volta da queste parti Takachiho è uno dei posti migliori per provarla. Infatti noi siamo andati al Takachihogyu Restaurant Nagomi, specializzato proprio in carne di Takachiho. Il fatto che sia sempre affollato di gente del posto ne conferma la bontà, ulteriormente confermata non appena la si sente sciogliere a contatto con il palato.

    Sempre a Takachiho, questa volta nell'omonimo tempio scintoista, ho assistito per la seconda volta alle danze kagura, ma questa volta conoscendone meglio l'origine. La più avvincente è stata la Danza di Goshintai". Per chi non le ha mai viste è opportuno ricordare che i danzatori nel ruolo maschile durante l'ultimo spettacolo abbracciano a caso una spettatrice. Ma niente paura, perché secondo la tradizione questo porta fortuna."

  • Tessa Karina

    La gola di Takachiho, che abbiamo esplorato con una discesa in barca, a ben ragione si è guadagnata il titolo di uno tra i più bei paesaggi scenici di Miyazaki: la cascata, le rocce e il fiume tra queste offrono una vista davvero incantevole e a volte mozzafiato, calamitandoci sulla barca per ammirare sino all'ultimo istante questa opera meravigliosa della natura.

    Il tempio scintoista di Amanoiwato è famoso per la leggenda della dea del sole. Dietro vi è una grotta che normalmente è interdetta al pubblico, ma almeno abbiamo visto l'Amanoyasugawara sulla sponda del fiume dove molti giapponesi offrono una preghiera alle divinità locali. Il luogo è caratterizzato da numerosi cumuli di pietre realizzati dai fedeli e ognuno rappresentante un desiderio, e dal classico torii, il portale dal profondo significato simbolico che marca l'ingresso ai templi scintoisti. Così anche noi abbiamo eretto il nostro piccolo cumulo che ora conserva, appunto, il nostro desiderio più segreto. In alcuni punti dietro il tempio non è permesso fotografare, ma per il resto ampia libertà.

    La cena era a base di carne — la famosa carne di Takachiho — e il posto scelto era Nagomi, uno dei ristoranti più famosi della zona. Dentro è molto accogliente e invita a fermarsi a lungo, ma il bello viene quando servono la carne accompagnata da verdure locali, perché si scioglie letteralmente in bocca. Penso che non sia esagerato né retorico affermare che in momenti così ti assale persino una certa gioia non facilmente descrivibile a parole.

    Sul finire della giornata era in programma la visita al tempio scintoista di Takachiho per assistere alle danze Kagura che si tengono ogni sera dalle 20 alle 21. È un tipo di danza tradizionale strettamente connessa alla storia giapponese e ai miti dello Shinto, la religione indigenza. Una delle danze raccontava la storia della dea Amaterasu, la grande dea che splende nei cieli" considerata l'antenata diretta della famiglia imperiale giapponese, e di come era riuscita a rifugiarsi e nascondersi nella grotta che avevamo visitato prima. Lo spettacolo in sé e soprattutto i danzatori ci hanno reso la serata memorabile. Le danze Kagura saranno anche un po' difficili per noi occidentali perché profondamente radicate nella tradizione giapponese, ma sono sempre interessanti e persino sensuali. "

Circa 5 minuti

Kokuminshukusha Hotel Takachiho e altri hotel in zona

Terzo giorno

Kokuminshukusha Hotel Takachiho e altri hotel in zona

Circa 10 minuti

Autobus
Stazione degli autobus di Takachiho → Fermata degli autobus della stazione ferroviaria di Nobeoka Station Mae
Circa 80 minuti / 1.790 yen

Treno espresso JR (Nichirin)
Sino alla stazione di Minami Miyazaki
Circa 70 minuti / 2.580 yen

Linea ferroviaria JR Nichinan
Sino alla stazione di Aoshima
Circa 30 minuti / 280 yen

  • Jasmine T. Blossom

    Capo Hyuga offre una vista incomparabile sull'oceano, ma anche la sua formazione rocciosa è molto interessante. A colpirmi maggiormente è stata la cosiddetta Croce del mare" che ricorda il carattere giapponese kanau, il cui significato è "realizzare un desiderio". È perciò il posto giusto per pensare al proprio, come naturalmente ho fatto anch'io."

  • Tessa Karina

    Il giorno successivo era tutto destinato alla visita al Capo Hyuga, con la sua formidabile vista sulle scogliera a strapiombo e sul resto della costa di questo bellissimo mare pregno di storia. Esiste un sentiero che porta alla scogliera, ma è bloccato proprio prima del precipizio e in effetti se ne comprende il motivo: bella che sia, induce anche un gran timore. Ne abbiamo perciò approfittato per perlustrare i dintorni, che sono così belli da invitare a contemplarli a lungo. Lungo la costa c'è anche una formazione rocciosa molto curiosa chiamata croce del mare" per la via della caratteristica forma creata dall'azione incessante delle onde. "

Tempio scintoista di Aoshimamore

DESTINAZIONI RACCOMANDATE

Tempio scintoista di Aoshima

È situato al centro di un'isola di 1,5 chilometri di circonferenza circondata da rocce chiamate Oni no Sentakuita, o "il lavatoio del diavolo". Il netto contrasto tra i vividi colori del tempio e la vegetazione mista tropicale-subtropicale crea un'ambientazione misteriosa e del tutto unica che combina le caratteristiche della tipica vegetazione giapponese e di quella, appunto, delle aree più a sud verso l'area tropicale. Secondo la mitologia il luogo faceva da sfondo alla storia d'amore di Umisachi-hiko e Toyotama-hime, e il tempio è considerato augurale per il matrimonio e la sicurezza del parto. Nella Michelin Green Guide Japan è annotato con due stelle.

  • Jasmine T. Blossom

    Particolarmente bello è il sentiero che conduce al tempio scintoista di Aoshima situato sull'omonima isoletta, e anche qui prima di giungere al grande torii rosso che marca l'ingresso al tempio si possono osservare alcune formazioni rocciose dette il lavatoio dell'orco". Pare che in questa zona si possano raccogliere stupende conchiglie."

  • Tessa Karina

    Aoshima è una piccola isola sulla quale sorge il tempio dalla quale ha preso il nome. È collegata alla terraferma da un lungo ponte, ha alcune spiaggette di sabbia bianca e al centro una vegetazione molto fitta e rigogliosa. È molto frequentata soprattutto dalla coppiette perché secondo la tradizione popolare una visita al tempio ne realizza i desideri. Qui sono in vendita anche diversi portafortuna. Su un lato del ponte è visibile la formazione rocciosa chiamata lavatoio dell'orco" proprio a causa del suo aspetto da... lavatoio. "

Sino alla stazione ferroviaria di Aoshima
Circa 10 minuti a piedi

Linea Nichinan
Stazione ferroviaria di Aoshima → Stazione di Obi
Circa 40 minuti / 560 yen

Castello di Obimore

Castello di Obi

Era al centro dell'omonima città-castello che molto prosperò durante il dominio della famiglia Obi nel periodo di Edo (1603-1868). Ancor oggi essa è caratterizzata dalla tipica architettura stile samurai che con i suoi muri di pietra è anche conosciuta come la piccola Kyoto di Kyushu" (Kyushu è per grandezza la terza isola del Giappone). Oltre a una visita alle rovine del castello si può provare la speciale sensazione del tiro con l'arco Shinan Mato, una forma unica dell'area, o in un momento di relax fermarsi ad assaporare alcune delle delizie locali più tradizionali come il pesce fritto Obiten e lo spesso rollè d'uova chiamato atsuyaki tamago. Per muoversi si raccomanda una bicicletta noleggiabile all'ufficio del turismo locale."

  • Jasmine T. Blossom

    A me piacciono molto i castelli e quello di Obi ora è nell'elenco dei luoghi da rivisitare. Sfortunatamente ora è privo della cittadella, ma rimangono l'imponente ingresso, parte delle pareti e i fossati interno ed esterno, ove praticamente vi scorre un fiume. Una delle sue particolarità è la sua scuola elementare ove ogni giorno i bambini si recano salendo le scale cintate da mura marziali.

  • Tessa Karina

    Giunti al castello di Obi abbiamo ottenuto di farne il giro con l'assistenza di una guida. Secondo le cronache è stato costruito verso la metà del quindicesimo secolo, ma eccetto uno dei varchi rimane ben poco della costruzione originale e delle mura esterne erette nello stesso periodo. Ove un tempo sorgeva la costruzione principale, cioè la cittadella interna, ora vi sono alti cedri. Nel museo del castello, ricavato da un'antica residenza di samurai, sono esposte armature e altri oggetti di notevole interesse storico.

A piedi, in autobus o in taxi sino alla stazione ferroviaria di Obi (circa 1,5 km)

Linea ferroviaria JR Nichinan
Stazione di Obi → Stazione di Nango
Circa 30 minuti / (280)

Nango Prince Hotel

  • Jasmine T. Blossom

    Il Nango Prince Hotel ha camere spaziose, una vista spettacolare sull'oceano anche dalla sala della colazione, una piscina e persino un onsen all'aperto. Si trova in posizione particolarmente comoda per raggiungere Capo Toi.

  • Tessa Karina

    Per la notte ci siamo fermati al Nango Prince Hotel, probabilmente uno dei migliori di tutto il viaggio, dalle cui camere e rispettivo bagno si gode una vista marina eccellente.

Quarto giorno

Nango Prince Hotel

A piedi o in taxi sino alla stazione ferroviaria di Nango (circa 1,8 km)

Linea ferroviaria JR Nichinan
Stazione di Nango → Stazione di Kushima
Circa 40 minuti / 460 yen

Capo Toimore

Capo Toi

Si trova sulla punta più meridionale del quasi parco nazionale di Nichinan Kaigan. È un ammasso di palme di sago che non hanno ancora conosciuto la mano dell'uomo e offre un'ininterrotta vista mozzafiato sul mare di Hyuganada. Vi scorrazzano inoltre un centinaio di cavalli Misaki Uma" allo stato brado designati tesoro nazionale."

  • Jasmine T. Blossom

    Capo Toi è popolato di animali selvatici, tra questi alcuni cinghiali, ma la sua vera attrazione sono gli oltre cento cavalli allo stato brado chiamati Misaki-uma". Vederli correre liberi con l'oceano sullo sfondo è uno spettacolo di rara emozione. Vi è anche uno dei pochi fari giapponesi accessibili anche al pubblico."

  • Tessa Karina

    Capo Toi è famoso soprattutto per i suoi cavalli allo stato brado. Secondo una guardia del parco ve ne sono oltre cento ed è soprattutto entusiasmante vederli correre senza sosta quando arriva la primavera.

Autobus locale della Cape Toi Line
Sino alla stazione ferroviaria di Kushima
Circa 40 minuti / 200 yen

Linea ferroviaria JR Nichinan
Stazione di Kushima → Stazione di Minami Miyazaki
Circa 2 ore)

Linea ferroviaria Miyazaki Kuko
Stazione di Minami Miyazaki → Aeroporto di Miyazaki
Totale 1.770 yen.

  • Jasmine T. Blossom

    Situato in una grotta con vista eccellente sull'oceano e dotato di una vasta scelta di omamori, i tipici portafortuna dei templi, il tempio scintoista di Udo Jingu è decisamente unico nel panorama dell'architettura religiosa giapponese. Una delle sue divinità è il coniglio, e ad esso infatti nell'antichità sono state dedicate alcune statue. Una curiosità del tempio è la roccia delle offerte ricavata in un grande masso della scogliera in cui si lanciano le undama (palline della fortuna). Nessuna delle mie l'ha centrata, in questo viaggio e nemmeno in quello precedente, il che mi fa pensare che dovrò tornarci una terza volta.

  • Tessa Karina

    Il tempio scintoista di Udojingu è dedicato al padre dell'Imperatore Jimmu, considerato il capostipite della famiglia imperiale giapponese. È stato eretto in una grotta e la sua brillante colorazione gli conferisce proprio in quell'ambiente un aspetto del tutto unico. Secondo la leggenda, il padre del primo Imperatore fu allevato nella grotta con l'acqua gocciolante da una roccia a forma di seno e da caramelle" preparate con questo spontaneo nettare che ancor oggi sgorga dallo stesso punto. Sempre secondo la leggenda, il tempio porta benedizione e fortuna ai fedeli che invocano aiuto nel concepimento, nella gravidanza, nella nascita e nell'allevamento dei figli. "

Aeroporto di Miyazaki (delle buganvillee)more

Aeroporto di Miyazaki (delle buganvillee)

Miyazaki è situata in posizione strategica per servire 5 importanti rotte nazionali (18 voli settimanali andata e ritorno da Tokyo, 11 sino a Osaka,3 sino a Nagoya, 1 sino a Okinawa e 13 sino a Fukuoka) e 3 internazionali (3 voli settimanali andata e ritorno da Seul, 2 da Taipei e 2 da Hong Kong).
Ad accogliere festose i viaggiatori nell'aeroporto sono molte buganvillee e palme di Washington, che donano a tutto l'ambiente una deliziosa aria tropicale.
All'interno si trovano anche ristoranti e negozi specializzati in piatti e souvenir locali. È altresì disponibile una connessione Wi-Fi gratuita. Infine,l'aeroporto dispone di un eccellente collegamento ferroviario di soli 10 minuti con la stazione ferroviaria JR di Miyazaki.
*Le informazioni stradali sono aggiornate all'aprile 2017.

JAL (Japan Explorer Pass) Dettagli

Aeroporto internazionale di Tokyo

  • Jasmine T. Blossom

    Che dire? Tokyo è sempre un ottimo punto d'inizio di un viaggio in Giappone perché ne impersona la sua anima moderna, ma per vederne anche quella più tradizionale Miyazaki è una scelta eccellente. Le palme, l'azzurro intenso dell'oceano, la perenne sensazione che sia sempre estate e, a coronamento di tutto, la deliziosa cucina. L'ho già detto che questa è stata la mia seconda volta qui, ma non ne ho mai abbastanza!

  • Tessa Karina

    Questo itinerario ci ha dunque fatto conoscere Tokyo e Miyazaki in una miscela di esperienze sensoriali completamente diverse. A Tokyo la vivida atmosfera del suo grande mercato ittico e ortofrutticolo, la vista del tramonto dal battello, l'eccitazione dello shopping a Odaiba e infine l'eccellente sashimi del ristorante Hibiki. A Miyazaki, invece, la particolare bellezza del tempio di Udojingu e la squisita cucina ovunque si vada. Poi Aoshima, l'isola del tempio rosso e delle sue formazioni rocciose che hanno lasciato in tutti noi sensazioni uniche.
    È proprio questo il tipo di contrasto che cercavo: la mega metropoli da un lato e le gloriose stradine di una città completamente diversa dall'altro, ma sempre in un tutt'uno di grande interesse culturale, storico e naturale. Se anche voi siete alla ricerca di un'esperienza così e soprattutto lontano dalle orde di turisti, questo è l'itinerario che fa per voi.

LE RACCOMANDAZIONI DI ALTRI VIAGGIATORI

Un modo meno tradizionale ma molto efficace per esplorare Tokyo è farlo dall'acqua, specialmente quando andandovi per la prima volta c'è così tanto, forse troppo da vedere. Ma se oltre alla parte più moderna e febbrile del Giappone si è interessati a un'esperienza più esotica e riposante per tutti i sensi, l'area di Miyazaki nella grande isola meridionale di Kyushu è un'ottima destinazione. Là è tutto palme, mare e buon cibo, che vi faranno innamorare ancor più intensamente del Giappone!

Jasmine T. Blossom

Risiede a Germania
  • Hobby

    viaggi, tè e gatti

  • Numero di viaggi in Giappone

    Quante volte in Giappone prima di questa: più di dieci" " " supporto vendite area asiatica, blogger e traduttrice"

LE RACCOMANDAZIONI DI ALTRI VIAGGIATORI

Questo itinerario che copre Tokyo e Miyazaki, nella grande isola meridionale di Kyushu, è perfetto per chi è alla propria prima visita in Giappone ma anche per chi è interessato sia agli svettanti panorami di una metropoli moderna sia all'unicità della natura e della storia di un luogo più remoto come, appunto, Miyazaki. Proprio a causa del forte contrasto tra queste due zone del Giappone — entrambe oltremodo affascinanti anche se per aspetti diversi — lo raccomando soprattutto agli amanti della natura.

Tessa Karina
giornalista presso un sito di viaggi
Risiede a Tokyo
Paese d'origine: Germania
  • Hobby

    viaggi, il Giappone e fare escursioni a piedi

  • Permanenza a Tokyo

    quattro anni

Altri itinerari raccomandati nella stessa area

Condividi questa pagina!

Mezzi di trasporto raccomandati

Itinerari panoramici raccomandati

Altri itinerari seducenti

Back to Top

COPYRIGHT © KYUSHU & TOKYO ALL RIGHTS RESERVED.